Didget: quando il diabete incontra la Gamification

Foto: Didget

Può un’attività di svago come un videogioco avere un efficace intento pedagogico sui bambini? La vicenda di Paul Wessel non lascia alcun dubbio

E’ l’inizio del nuovo millennio quando l’americano Paul Wessel abbandona il proprio impiego lavorativo per fondare la Guidance Interactive Healthcare, società che, in collaborazione con Nintendo e Bayer, ha sviluppato un dispositivo con l’intento di rendere meno spiacevole e più gestibile la misurazione della glicemia per i bambini affetti da diabete di tipo 1.
L’idea sorge dopo gli innumerevoli, (nonché volontari), smarrimenti di Luke, figlio diabetico di Wessel, del proprio glucometro, in quanto, come ogni bambino, estremamente poco entusiasta della pratica per il controllo della glicemia. Wessel, vedendo quanto il figlio fosse amante del Gameboy, realizza che presumibilmente il proprio pargolo avrebbe potuto eseguire spontaneamente tale pratica qualora fosse esistito un modo per coniugare la sua passione per i videogiochi, alla necessità di tenere sotto controllo i valori della glicemia.
La concretizzazione di tale dicotomia avviene durante la giornata mondiale del Diabete (14 Novembre) in Australia, dove vengono elargiti i fondi per il progetto, dapprima con Glucoboy per Gameboy, e successivamente con il progredire della tecnologia e lo sviluppo di nuove piattaforme video-ludiche, con Didget, realizzato per Nintendo DS in collaborazione con la società Bayer (di cui attualmente Wessel stesso è un dipendente).
Il dispositivo, che comprende al suo interno 5 giochi differenti ed un glucometro sviluppato dalla Bayer, una volta collegato al Nintendo DS, consente ai giocatori attraverso la costanza e il quantitativo di misurazioni della glicemia, di ottenere svariate ricompense, come l’accesso a nuovi livelli di gioco, nuovi personaggi, aree segrete ecc.
Sfortunatamente tale dispositivo è tutt’ora disponibile solamente negli Stati Uniti, Regno Unito, Irlanda, Slovenia, Croazia, ma nonostante ciò, Didget, oltre a rimanere tutt’ora l’unico dispositivo a condire, con dell’ottimo intrattenimento video-ludico, l’intento didascalico inerente il controllo dei valori della sovra citata patologia, consente altresì di personalizzare gli obbiettivi al fine di incoraggiare ulteriormente i piccoli diabetici per entusiasmare il loro apprendimento e massimizzarne l’autonomia circa la gestione della patologia, e di accedere al Didget World Web Community, uno spazio esclusivo riservato ai soli possessori di Didget.
Nell’auspicante attesa di un’ipotetica versione per piattaforme più moderne, alcune immagini del dispositivo per la versione Gameboy (Glucoboy) e per la versione Nintendo DS:


Fonte: https://www.news-medical.net/DIDGET-Blood-Glucose-Meter-Plugs-into-Nintendo-DS-from-Bayer
https://www.diabetes.co.uk/blood-glucose-meters/bayer-didget.html
https://www.eurekalert.org/features/kids/2007-11/da-nwf111507.php

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here